Anche la quarta giornata del Festival Alto Vicentino inizia già nel tardo pomeriggio.
In quest’occasione avremo infatti l’opportunità di conoscere meglio MaiMa, associazione di Schio nata nel 2014 per contrastare omofobia e transfobia.

 

13151429_764535503647509_9070189493726523876_n
Fin da subito l’associazione si è posta l’obiettivo di coinvolgere su questo tema le scuole, soprattutto per quanto riguarda la comunicazione e la prevenzione di episodi di discriminazione. In poco tempo sono già state coinvolte diverse scuole del territorio, con grande entusiasmo da parte degli stessi ragazzi che spesso contattano l’associazione direttamente attraverso i social network.
A dimostrazione dei risultati ottenuti, un importante riconoscimento è recentemente arrivato anche da parte dell’UNESCO. MaiMa è stata infatti ufficialmente invitata a Parigi, come unico rappresentante dell’Italia, per partecipare Il 17 maggio all’International Ministerial Meeting on Education Sector Responses to Violence based on Sexual Orientation and Gender Identity/Expression, meeting internazionale tenutosi durante la giornata mondiale dedicata alla lotta all’omofobia e transfobia.
Con la convinzione che la sensibilizzazione al tema della discriminazione debba coinvolgere le persone di ogni orientamento sessuale, MaiMa presenterà in anteprima proprio al Festival Alto Vicentino un documentario utile per capire come venga percepito questo tema sul nostro territorio.
Il documentario, dal titolo ‘La lotta all’omofobia comincia dalla scuola’, raccoglie diverse testimonianze ed interviste tra le quali un intervento di Giorgia Sottana, playmaker della Nazionale Italiana Basket Femminile e del Famila Basket Schio.

Questo il trailer del documentario:

https://www.facebook.com/maimagroup/videos/758412817593111/